martedì 9 ottobre 2012

Non è colpa della Scienza, ma delle ideologie

L'argomento di questo post è dedicato alla Scienza e a certe Ideologie che spesso si insinuano condizionandola talvolta in modo sottile e altre volte in modo palese. Ammetto di aver scelto un tema un po' paccoso e complicato, ma tenterò ugualmente di renderlo semplice e comprensibile. Vediamo un po'...

Immaginate di vivere in un'epoca del tipo antica Grecia, Roma Imperiale et simila. Alzate lo sguardo al cielo e ammirate un alba, un tramonto, il sole che si muove, le stelle fisse della notte e i pianeti (gli "erranti") che passano in mezzo ad esse...

 antica grecia

Incuriositi, vi recate da un esperto "astronomo" (nei tempi antichi "astronomo" e "astrologo" erano praticamente sinonimi. Provate oggi a dare dell'astrologo ad un astronomo e poi vedete!). Allora gli chiedete: "Ma come si spiega il sole che sorge e tramonta? E le stelle? E i pianeti?"

 
atlante.jpg (207264 byte)

E lui, con occhi teneri vi guarda e vi sorride dicendo: "Sai, il sole gira da tempi immemori intorno alla terra (la t minuscola l'ho messa apposta) che sta da sempre al centro dell'universo in qualità di immutabile ed unica dimora dell'uomo a cui sovrasta il cielo, sede degli déi e luogo della beatitudine delle anime immortali. I nostri abili matematici hanno da decenni preparato delle ottime effemeridi dove potrai sapere quando e dove vedere una delle emanazioni dei tuoi déi. Ma attento agli eventi celesti come le comete perchè sono presagio e portatrici di sciagure!"

Ed ecco, rientrate a casa, contenti e felici di aver ottenuto una "risposta scientifica". Non avete più dubbi perchè il dotto "astronomo" vi ha dato la risposta ufficiale e consolidata, accettata da tutti i poteri secolari del momento (politici, religiosi, sociali...). E' tutto chiaro! D'ora in avanti ogni qualvolta alzate lo sguardo al cielo voi sapete che il sole sta girando attorno alla terra (con la t minuscola), che le stelle sono lì ferme ed immutabili e i pianeti vi guardano dal cielo e determinano il corso della vostra vita! Giorno dopo giorno voi sapete che è così....



 Adesso torniamo ai nostri tempi, ma con la stessa situazione. Alzate lo sguardo al cielo e ammirate un alba, un tramonto, il sole che si muove, le stelle "fisse" della notte e i pianeti (gli "erranti") che passano in mezzo ad esse...

Incuriositi, vi recate da un esperto astronomo. Allora gli chiedete: "ma come si spiega il sole che sorge e tramonta? E le stelle? E i pianeti?"


E lui, con occhi teneri mentre si fuma una sigaretta, vi guarda e vi sorride dicendo: "Sai, il sole esiste da miliardi di anni e la Terra (con la t maiuscola stavolta) gli gira intorno praticamente da allora. Il nostro pianeta si è formato in modo naturale da polveri e gas che si sono autocollassati dando vita a tutto ciò che vediamo. E così anche il sole e le altre stelle e le galassie. Tutto insomma è nato in modo del tutto naturale. Poi, ad un certo momento, sulla Terra è spuntata la vita da un "brodo" organico primordiale. Così - guarda guarda - eccoci qua!"


E nuovamente rientrate a casa contenti e felici perchè avete ottenuto una "risposta scientifica". Non avete più dubbi in quanto il dotto astronomo vi ha dato la risposta ufficiale e consolidata, accettata da quasi tutti i poteri secolari odierni (politici, religiosi, sociali...). E' tutto chiaro! Adesso ogni qualvolta alzate lo sguardo al cielo voi sapete che il sole sta al suo posto e la Terra gli gira attorno (con la t miaiuscola), che le stelle sono lì, ma non ferme ed immutabili e i pianeti non vi guardano dal cielo e non determinano il corso della vostra vita! Giorno dopo giorno voi sapete che è così....

 

Ora vorrei porvi una semplicissima e stupida domanda: in questi due scenari sapete cosa è cambiato? Io sono sicuro che qualcuno lo ha capito benissimo, ma a qualcun altro forse brucia un po' il concetto. Senza offesa ovviamente...

Allora, cos'è cambiato?


Eh eh! Non è cambiato assolutamente nulla! Almeno non nello Spazio. Beh, è chiaro che l'Universo è dinamico e si evolve, ma qui stiamo parlando di qualcosa che sostanzialmente è rimasto invariato negli ultimi millenni. Non è il caso di mettersi a cavillare su fenomeni d'altro genere... 

Però qualcos'altro è cambiato! La domanda è: Cosa è cambiato e Dove?

Ma ovviamente nel cervello delle persone che si sono succedute di generazione in generazione! Ecco cosa è cambiato. Perchè al tempo degli antichi Egizi, dei Fenici, dei Greci, dei Romani, dei Babilonesi, dei Sumeri, degli Ittiti, degli Istraeliti eccetera eccetera eccetera... la Terra non ha mai cambiato stile di vita. Non ha detto al sole: "Oh, a bbello! 'Mo me so stufata de fa 'a statuetta!".

 

Si comprende già abbastanza bene che la Scienza non è di per se colpevole di un tale scempio di cervelli. La colpa è dell'uomo, questa bestia bipede che fondamentalmente si è dimostrata essere in ogni tempo come il lupo: ha sempre saputo cambiare il pelo ma non il vizio! La Scienza è tutto sommato un concetto, una parola che definisce metodi e maniere di investigare per poi gestire determinate tipologie di informazioni capaci di operare delle trasformazioni all'interno di un ambiente sociale.

Allora la colpa è veramente altrove. E' insita in quei meandri della psiche umana dove si annidano le più tortuose apologie atte al mantenimento di uno status quo basato sull'avidità sfrenata, sull'egoismo sfrontato, sul dominare, sfruttare e soggiogare iniuquamente altri esseri umani. Sono certi tipi di ideologie accomodanti (ivi compresi alcuni generi di idealismo becero), quelle che stanno al di sopra di tutti e tutto.

Quando vi si dice di infilarvi una cintura piena di esplosivo e di farvi esplodere in mezzo ad una piazza gremita di gente (bambini compresi) perchè il vostro dio se ne compiacerà e vi ricompenserà con la beatitudine in cielo (magari a bere un buon caffè in compagnia di "santi" e vip). Quando si usa il sentimentalismo per fomentare le guerre e lo sterminio di massa o per promuovere certi stili di vita e di comportamento sociale. Quando si usa la psicologia nel marketing per invogliare i "consumatori" (che schifo di parola!) a comprare di tutto e di più, pagando a rate da qui ai prossimi 300 anni e via discorrendo....

Questa è la forza bruta e cruda delle ideologie stupide: creare dei modelli o schemi di pensiero da incollare negli intricati condotti sinaptici dei cervelli umani così da far vedere o non far vedere, per far credere o non far credere, per far compiere delle azioni o non fargliele compiere affatto.... Una forza così potente che alla fine si trasforma spesse volte in un boomerang spietato, al punto da colpire persino i fautori stessi delle medesime ideologie create per qualsivoglia scopo.

 


Di primo acchito è facile dare la colpa alla Scienza per tutti i disastri prodotti dalla bestia uomo nella nostra epoca; così come è facile scaricare il barile sugli "ottusi scienziati" che, tra le altre cose, non vogliono accettare le verità portate alla ribalta da tanti bravi ciarlatani in cerca di notorietà. Non dimentichiamo però che anche gli scienziati sono in definitiva, e loro malgrado, vittime delle stesse ideologie incollate nei rispettivi cervelli durante il corso della loro vita: bufale religiose e/o anti-religiose assortite, panzane pseudo scientifiche imparate a scuola, lavaggi del cervello politicizzati e via dicendo.. 

Se devo essere onesto, penso che nemmeno io mi salvo da questo marasma. Benchè scrivo con dilettevole senso critico, non credo di essere migliore di altri. Ciò nonostante è cosa buona mantenere almeno un barlume di consapevolezza altrimenti si finisce per diventare dei poveri abitanti di Matrix (vi ricordate la trilogia di Matrix?)


Ed ora vorrei farvi degli esempi su come si possono creare errate suggestioni nella mente di un osservatore qualsiasi (diciamo inesperto).  

[Foto: Strani condotti]

Versione 1 - Strutture tubolari che emergono dal (oppure sprofondano nel?) sottosuolo marziano, evidenti prove di costruzioni di origine artificiale su cui non ci sono dubbi perchè chiaramente riconoscibili dalle caratteristiche traslucide visibili.

[Foto: Strani condotti]

Versione 2 - Caratteristiche strutture canaliformi che attraversano il suolo marziano. Si suppone possano essersi formate dall'azione mista delo scorrimento di acqua e dall'erosione eolica. Secondo altre ipotesi potrebbero semplicemente essere antichi condotti lavici. L'andamento sinuoso dei canali crea l'illusione delle maglie di un condotto tubolare.

Di questi esempi ve ne potrei citare a decine, ma credo che questi due siano più che suffcienti a rendere chiaro il concetto. Basta semplicemente scrivere come didascalia cose ambigue e cariche di pathos misterico ed il gioco è fatto! Si tratta poi di constatare il verificarsi di una sorta di reazione a catena legata al funzionamento del cervello (occhio - connessioni sinaptiche fra differenti schemi di pensiero - preconcetti immagazzinati nella memoria - emotività - suggestionabilità - assenza di parametri cognitivi filtranti ecc.).

E poi esiste anche l'altra faccia della medaglia. Ecco un esempio chiarificatore: il DNA!

From DNA to human
 
Versione 1 - Il DNA è una molecola che si è sviluppata fino all'attuale struttura nel corso di centinaia di milioni di anni di evoluzione biochimica. Tale molecola è quindi il risultato di un inarrestabile processo adattativo tutt'ora in corso, basato su elementi di selezione naturale e mutamenti ambientali la cui gestione delle informazioni non è assoggettata a nessun tipo di controllo intelligente.

From DNA to human

Versione 2 - Il DNA è una molecola che contiene il software della vita. Modificando questo software è possibile ottenere qualsiasi struttura biologica autotrofa o eterotrofa. Il DNA è un prodotto di origine artificiale basato su una tecnologia organica di inconcepibile livello. 

Anche in questo caso ci troviamo davanti al medesimo laccio mentale in cui, benchè non sia cambiato l'oggetto in questione, è cambiato invece il modo di visualizzare e concepire l'oggetto stesso nel nostro cervello (nel qual caso il DNA). Pertanto i preconcetti ideologici che permeano e modellano i nostri schemi di pensiero cognitivo creeranno quei "filtri" che determineranno poi la nostra capacità e/o volontà di "vedere" oppure "non vedere", di credere oppure non credere a tutto ciò che la nostra mente sarà in grado di ricevere, metabolizzare e considerare accettevole.

La Scienza non ha colpa in senso lato perchè i metodi di studio e di ricerca, i protocolli con i quali si stabilisce il modo di redigere teorie da verificare non sono poi da buttare via. Il cosiddetto "Peer Review" è un sistema di per se consono al Mondo Accademico. Tuttavia, a causa della mentalità umana (chiamiamola pure "imperfezione umana"), accade che i suddetti protocolli adottati dalla (e nella) Comunità Scientifica siano soggetti a qualche "incidente di percorso" qua e la. Si tratta comunque di situazioni abbastanza comuni e riscontrabili ovunque in altri settori delle attività umane. 

Questa mia affermazione riguarda lo specifico caso in cui determinati preconcetti ideologici insiti nella mente di individui particolarmente carismatici e presenti all'interno di Istituti ed Enti scientifici come anche in eventuali organi di stampa potrebbero farsi sentire al punto da influenzare il pensiero altrui. Ma nulla di occulto, misterico e nessuna cospirazione. Tutte cose di questo mondo! 

Capisco che qualche Lettore potrebbe forse risentirsi e chiedermi di fare degli esempi per dimostrare tale affermazione, ma io non sono tenuto a elencare nomi di scienziati, Università, Enti ecc. Questo è un discorso - diciamo - tendenzialmente filosofico. E' una constatazione empirica di quello che vedo attraverso la mia esperienza personale; di conseguenza potrei sbagliarmi in toto, in parte oppure potrei aver ragione. Piuttosto, quello che mi aspetto dalla lettura del presente articolo sono tre tipi di reazione: condivisione, relativa indifferenza e arrabbiature di vario grado e livello...

Facciamo così... Voglio esagerare portando alla vostra cortese attenzione un altro esempio tosto: La Luna...


Versione 1 - La Luna è il satellite naturale della Terra la cui origine è contesa fra diverse ipotesi: a) un fenomeno di fissione (distaccodi un pezzo di Terra); b) cattura lenta ed entrata in orbita terrestre; c) evoluzione standard secondo i modelli di formazione planetaria; d) un evento di collisione-fusione in cui un oggetto planetario avrebbe colpito la giovane Terra fondnendosi con essa, ma eiettando sufficiente materiale in orbita da cui si sarebbe formata la Luna; e) fenomeno esplosivo (georeattore naturale) con espulsione di materiale della Terra verso lo Spazio da cui si sarebbe formata la Luna. 


Versione 2 - La Luna è artificiale! Si tratterebbe in pratica di un enorme dispositivo letteralmente fabbricato da presunti alieni. Una colossale sfera metallica cava all'interno e ricoperta di terra e polvere al di sopra della suddetta sfera. Eccetera eccereta...

In realtà non mi interessa in questa sede dimostrare se la Luna sia naturale o artificiale, ma di evidenziare ancora una volta come lo stesso soggetto - passando attraverso diverse concezioni ideologiche travestite da scienza o pseudoscienza - possa, per così dire, apparire tanto diverso nelle menti di chi lo osserva.

Tutte le leggi che governano la Fisica (il moto, la dinamica dei solidi e dei fluidi, l'acustica, le reazioni chimiche, l'elettricità e il magnetismo, i fenomeni che avvengono nel dominio subatomico, le reazioini nucleari, la gravità e la relatività) a ben pensarci non hanno alcun orientamento di fede nè d'altro genere, e non sono di certo soggette ai nostri pregiudizi e preconcetti. Di conseguenza, partendo dal presupposto che un qualsiasi evento o oggetto ubicato nello Spazio possa (o debba) essere analizzato e/o studiato applicando una o più leggi Fisiche note, la comprensione della sua propria natura ed evoluzione dipenderanno in larga misura dal tipo di orientamento ideologico implementato nei tracciati sinaptici (quindi gli schemi di pensiero analitico e cognitivo) dell'individuo.

Non potrei certo pretendere che uno scienziato che si proclami "ateo" riesca a vedere nell'Universo l'evidenza di un sistema di controlo intelligente! D'altro canto non potrei pensare che uno scienziato che si proclami "credente" possa/debba necessariamente considerare l'Universo un prodotto della cieca evoluzione basata sulla mera casualità; questo benchè gli scienziati abbiano a disposizione i medesimi mezzi di analisi e le stesse conoscenze, a prescindere da orientamenti di qualsivoglia tipo.


Certe ideologie sono talvolta così palesemente accomodanti verso gli stili di vita praticati nella nostra opulenta società ipocrita che sembra più agevole adattare tutto all'attuale status. Mi chiedo infatti quali sarebbero le implicazioni dovendo ammettere l'esistenza di qualcosa di intelligente al di fuori della Terra e della bestia uomo. Terribile! Inaccettabile! Devastante! E magari potrebbe trattarsi di qualcosa a noi pari o addirittura superiore...E magari qualcosa/qualcuno a cui noi forse saremmo implicitamente legati o assoggettati in qualche misura....E quindi forse dovremmo sapere chi o cosa è.... E quindi allora forse dovremmo sapere se la nostra vita sia in armonia con qualche tipo di leggi superiori....E allora forse dovremmo cambiare! O caspita! E no! Rinunciare ai miei vizi e alle mie comodità????? Ma non scherziamo!

Allora adattiamo il mondo e tutto l'Universo alla mentalità e alle ideologie che caratterizzano la nostra squallida società. Rapido, pratico e conveniente! Entrare nel dominio della metafisica? Ah... per favore!



Ma la nostra società, vuoi anche per il fatto che siamo più di 7 miliardi di abitanti, a differenza del passato offre una carnevalesca miscela di assurdi paradossi senza precedenti. Se da un lato è vero che talune ideologie asservono al mantenimento di uno status antropocentrico e spudoratamente materialistico (ancorchè egoistico), esistono però le controparti basate su presunte aperture mentali verso altrettante presunte consapevolezze di non-si-sa-bene-cosa arrivate da non-si-sa-bene-dove le quali, attingendo da uno scorretto uso della conoscenza scientifica (ergo ignoranza matricolata!), inculcano nei cervelli di tanti esseri umani idee, nozioni e informazioni fuorvianti oltre che totalmente indimostrabili (non voglio dire totalmente infondate).




Queste ultime sei immagini rappresentano il "non-plus-ultra" di ciò che intendo dire. E, credetemi perchè ve lo dico per esperienza: in mancanza di opportuni parametri cognitivi facenti da filtro nella nostra rete sinaptica cerebrale, sono certo che vedrete effettivamente delle facce sulla superficie di Marte (ma fosse anche la Luna non cambierebbe nulla!). Se io, a corredo di queste immagini, avessi inserito delle didascalie mozzafiato comprovanti l'esistenza di cose di origine artificiale probabilmente ci sareste cascati perchè a prima vista in effetti si vedono delle "facce". Si vede pure un bel "cuore"; si vede una struttura che sembra un centro abitativo in stile "città Inca" e persino una "testa di elefante"!

Sì, certo! Quello che vedete è reale, ma non corrisponde a ciò che credete di star vedendo. Perchè? Beh, per conoscere la risposta o studiate Psicologia, Astrofisica e Scienze Planetarie oppure cercate almeno di capire documentandovi attraverso non una ma più fonti possibili. In altre parole un pizzico di fatica...   

 
Oltretutto, non nascondo che in questi ultimi - grossomodo - tre anni ho avuto modo di assistere in internet a delle vere e proprie "guerre mediatiche" fra sostenitori e detrattori di svariate tipologie di tesi e credenze: creazionisrti contro evoluzionisti, a favore di strutture e vita intelligente su Marte e contrari, ufo e non ufo, alieni e non alieni, Dio e nessun Dio, complottisti ed anticomplottisti... Da paura! Sono stato contattato ripetutamente da un noto "scopritore" di facce marziane il quale ha fatto un gran chiasso mediatico per farsi vedere senza però ottenere da me nessuna risposta. Sono stato poi contattato da un altro fenomeno che vede di tutto in ogni pietruzza marziana, ma non ho risposto nemmeno a lui. E continuo a ricevere via mail inviti e locandine di convegni ufologici a destra e a manca... Ovviamente snobbo pure loro!

E increscioso constatare come l'errata applicazione di scarse conoscenze scientifiche possa recare dei danni tanto lampanti se poi, oltre a questo, sommiamo l'influsso di ideologie fuorvianti che accentuano a dismisura tale stato confusionale. Si può facilmente pervenire a situazioni quasi da fanatismo religioso e isterismo collettivo! Immaginate uno che ad ogni nonnulla che svolazza in cielo e che emette luce grida "all'ufo! all'ufo!". O chi vede facce, teste, gambe, sedie, cellulari, computer, macchine e altro su ogni sassolino della Luna, di Marte, di Venere ecc. 




CONCLUSIONE - Sorridete coma questa simpatica Happy Face di Marte! Vorrei solo ricordare a tutti coloro che amano prendere parte ai futili dibattiti su chi ha ragione o torto in merito a Dio, alieni, facce e piramidi di Marte, complotti e non complotti di pensare a come rendere un servizio alla Collettività. Invece di scannarsi a vicenda e ricorrere all'argomentum ad hominem l'uno contro l'altro non sarebbe meglio spiegare civilmente le ragioni di ciascuno applicando correttamente quanto la scienza offre oggi?

E' tanto difficile spiegare piuttosto che sparare? Chiudo l'articolo con questa bellissima immagine di Curiosity la quale rappresenta il paradosso di quanto vi ho appena detto sopra e di quanti danni abbia provocato l'aver inculcato idee ridicole su Marte alla Collettività! Oggi la gente guarda queste immagini e vede ancora il pianeta rosso! Signore e signori: questo che vedete è praticamente il vero aspetto di Marte! Immagini reali della NASA senza nessun editing aggiuntivo!

Ecco qual è il potere di certe ideologie!


PS: Siccome vorrei evitare di attirare più critiche di quanto so già che ne attirerò, tornando a inizio articolo avevo citato due situazioni sulla concezione della posizione della Terra. Perchè molti credono che nei tempi antichi non c'erano le conoscenze per perevenire al sistema elioicentrico acquisite in seguito grazie a personaggi come Copernico, Kepler e Galileo Galilei. Sbagliato! C'erano eccome perchè c'erano alcuni personaggi i quali erano pervenuti ad un sistema di tipo eliocentrico. Pertanto il voler rimanere fermi nel credere al sistema geocentrico era veramente una faccenda di natura ideologica la quale accomodava i sistemi di potere del momento... 

Vedi Eliocentrismo nella Storia

Il Direttore del portale Pianeta Marte.net

 

domenica 26 agosto 2012

Com'è cambiato il portale da quando ho aperto questo blog! Un blog che uso praticamente per la seconda volta...

D'altronde, i cambiamenti sono parte integrante della nostra personalità in senso lato. Non si può rimanete statici e fermi su posizioni ideologiche, scientifiche o altro quanto il tempo e l'esperienza ti insegnano qualcosa...

Talvolta, benchè si procede in avanti, è necessario fare qualche passetto indietro specie quando mi sono reso conto che alcune persone con le quali collaboravo non hanno manifestato la medesima volontà di andare avanti e cambiare; di mettere alla prova del fuoco le proprie tesi e magari farne oggetto di approfondimento di più alto livello...

E allora si cambia!


Personalmente devo ringraziare la critica e, tutto sommato, ritengo di aver fatto bene a prendermi il tempo di conoscere il pareri di persone definite con il termine "skeptics" su molti temi caldi del mondo "borderline". Forse è un atto o segno di maturità...

Certo, non che poi li condivido tutti all'unanimità e passivamente. E no! E per certo non mi farò nemmeno imbavagliare sopratutto dalla presuntuosaggine di alcuni di questi che si propongono con arroganza e maleducazione.

Però li leggo e li ascolto lo stesso perchè anche da loro si può imparare qualcosa.

Diversamente apprezzo tantissimo blogger e "skeptics" con i quali sono invece stato in grado di instaurare e mantenere buoni rapporti.Non è vero che il non condividere per forza le medesime opinioni sia necessariamente un fattore divisivo e distruttivo.

Chi non condivide le mie tesi o posizioni non è una bestia che va ammazzata o messa la rogo. E' una persona che ha espresso la sua legittima opinione. E, chissà, magari ha persino ragione!

E' il tempo che ci permetterà poi di tirare le somme.


Ma cosa è cambiato esattamente?

Beh... Ad esempio mi sono nettamente distaccato dal mondo dell'Archeologia Spaziale. Perchè? Mah... non tanto perchè sia necessariamente un argomento da trattare con disprezzo, ma perchè è stata troppo usata in maniera scorretta. Per cui ho preferito allontanarmene. 

Questo però non significa che io non creda (a livello personale) che su Marte ci sia "qualcosa" di "non naturale". Non ho i mezzi per fornire prove, quindi la cosa si ferma lì. Aspetto tempi migliori...


E poi mi sono assolutamente estraniato ed ho messo bene in chiaro che Pianeta Marte.net non è un sito ufologico. Niente UFO e Alieni. Perchè? Per la stessa ragione menzionata prima! Perchè il mondo dell'ufologia non si è affatto dimostrato essere serio. E' sostanzialmente fuffa spaziale...

Ma anche qui non significa che io (a livello personale) non debba assolutamente credere a nulla in tal senso. E no! Personalmente ritengo che il fenomeno UFO sia reale. Di origine terrestre o non terrestre o altro....  beh, diciamo un po' di tutti questi fattori. Ma sono mie personali considerazioni. Non ho nulla da offrire come prove. Quindi la cosa muore lì.

E comunque io vedo nel fenomeno UFO qualcosa di molto negativo e pericoloso per cui scoraggio energicamente di interessarsene!


Ho preso delle chiare posizioni anche nei confronti delle teorie del complotto nell'ambito dell'esplorazione spaziale e della relativa informazione, come pure sulle apologie anticomplottiste. Perchè alla fine entrambe si annichilano a vicenda e, nella loro presunta divergenza, creano spesso più disinformazione di quanta corretta informazione vorrebbero dare. Certi argomenti vanno studiati e approfonditi con spirito freddo e senza troppa emotività patriottica... Altrimenti...

E quella vecchia Teoria la quale sostiene che Tera e Marte formavano un sistema binario pianeta-pianeta? Certamente è tuttora presente ed in fase di revisione. Tra l'altro, su questo vorrei puntualizzare qualcosa di fondamentale:

E' solo un'ipotesi! Nulla più. Non sono nelle condizioni di poterla presentare come "un fatto" perchè non è un fatto dimostrabile. E' un'ipotesi su cui si potrebbe lavorare in un senso o in un altro e che,di conseguenza, ciascuno può condividere o criticare liberamente. Personalmente la trovo una teoria interessante alla quale credo in quanto è probabile che la storia del nostro sistema solare possa celare cose del genere. Ma non sono in condizioni di darla in pasto al pubblico come "Teoria Scientifica". Diciamo che sto tentando di separarla dal quel mondo troppo misterico in cui vivono tante altre "tesi" assolutamente prive di qualsiasi fondamento scientifico in nuce.

E' un lavoro faticoso e complesso, sul filo del rasoio e molto, ma molto "di frontiera".  Ma rimane un'ipotesi che il Lettore deve vedere come tale. Poi col tempo vedremo. Forse l'abbandonerò, oppure verranno a galla nuovi e interessanti elementi a favore. Staremo a vedere...


Per il resto Pianeta Marte.net va avanti, migliora, si evolve e cresce. E' piuttosto seguito ed apprezzato da molti ma visto non tanto bene da altri. C'è chi ci vede come massa di fuffa. E va bene così, ok. C'è chi ci vede come sito pseudo-scientifico. D'accordo, va bene...

Però, nel bene e nel male si procede. E, sopratutto, il tempo ci sta dando ragione su diverse cosucce... Perchè ne sappiamo più di chi di dovere? Assolutamente no! Ma perchè abbiamo lavorato nella direzione giusta. Ora vedremo cosa ci riserva il futuro.

Se vi piace questo portale seguitelo e sostenetelo!












martedì 16 febbraio 2010


Anche questa sezione web sarà impiegata per dare maggior visibilità al libro di Pianeta Marte.net "CONTROVERSIE SPAZIALI" scritto dal direttore del portale e dedicato agli appassionati di Spazio, di Scienze Planetarie e di argomenti più "borderline".

Scaricabile dal portale la revisione 2010...